EXCALIBUR 5 SPECIALE
Punti programmatici

A - IL DIALOGO E IL CONFRONTO

Il notiziario dell'Associazione, "Excalibur", vuole rappresentare uno strumento per dialogare, confrontarsi, polemizzare, proporre nuove soluzioni, in assoluta libertà e senza alcun pregiudizio, ed è inoltre uno degli strumenti utili per la diffusione delle nostre iniziative.
"Excalibur" dovrebbe riuscire ad essere autonomo finanziariamente dall'Associazione, autofinanziandosi con iniziative pubblicitarie e con contributi da parte di lettori.

B - PRINCÌPI E VALORI

L'Individuo, la Famiglia, la Comunità, la Solidarietà, il concetto di Patria e la sua unità nel rispetto delle identità regionali e nell'autonomia di gestione delle realtà locali.
La Cultura della Vita intesa come il rispetto dell'individuo dal momento del concepimento alla morte, quindi rifiuto dell'aborto, dell'eutanasia e delle scoperte scientifiche che vanno contro natura.
L'obiettivo sarà quello di riaffermare la valenza di questi princìpi e valori, denunciando il tentativo della cultura di sinistra di far apparire la "globalizzazione" come un evento ineluttabile, nel quale la singolare e irripetibile specificità dell'individuo viene annullata, consapevoli che solo una profonda fede nei nostri ideali potrà sconfiggere "il marxismo del terzo millennio".

C - ECONOMIA

Il principio della socializzazione - definita partecipazione o cogestione - viene reputato ancora oggi come unica e valida alternativa al sistema marxista e a quello liberista, in quanto il primo annulla le capacità individuali a favore della massificazione della società e il secondo ha come obiettivo primario il profitto del singolo individuo o di una minoranza di persone, rispetto all'intera comunità, e vede l'uomo solo in funzione della produzione economica.
Nata come alternativa ai due sistemi, infatti, la socializzazione colloca il lavoratore in condizioni di pari dignità e fattiva collaborazione con il datore di lavoro, con l'obiettivo comune del buon andamento dell'azienda e del raggiungimento della giustizia sociale.

D - OBIETTIVI

L'Associazione, dopo aver raggiunto l'obiettivo iniziale di riaggregazione della sua componente umana, si è data una struttura organizzativa e una sede, diffondendo con regolarità una pubblicazione mensile (Excalibur), e si propone i seguenti obiettivi:

1) l'Associazione intende potenziarsi raccogliendo le adesioni di tutti coloro che si riconoscono nei suoi princìpi e nei suoi valori;

2) in ambito regionale e locale, l'Associazione si impegna a vigilare sulle scelte politiche e gestionali delle Giunte governate dai partiti di centro-destra, affinché rispettino i programmi e gli impegni presi con gli elettori, e vuole essere propositiva sui temi riguardanti l'economia, il sociale, la cultura e l'ambiente;

3) nell'affermazione del principio della competenza, l'Associazione intende utilizzare le capacità culturali e professionali dei Soci per dare un contributo nella formulazione e nel sostegno di proposte concrete, in particolar modo sui problemi della società sarda. A tal fine verranno elaborati dei progetti e documenti da inviare ai gruppi consiliari dei partiti del centro-destra disponibili a un dialogo con la nostra Associazione.

4) l'Associazione intende promuovere una obiettiva rivisitazione storica del Fascismo e in particolare della R.S.I., denunciando il tentativo di egemonizzare l'insegnamento della storia nell'ultimo secolo da parte delle sinistre.

5) l'Associazione richiede a tutti i Soci iscritti ai partiti di centro-destra (A.N. - F.I. - C.C.D. e altri) o "nazional-popolari" (Fiamma - Fronte Nazionale - Forza Nuova) di impegnarsi ad individuare nei propri partiti interlocutori validi - in grado di superare divisioni causate da interessi di gruppo o di "corrente" - disposti a sostenere le iniziative della nostra Associazione. Ci impegniamo inoltre a promuovere la collaborazione con altre Associazioni o Fondazioni che hanno in comune i nostri stessi princìpi e valori.