EXCALIBUR 3 - maggio 1998
in questo numero
Lettere e opinioni
Lo spazio dei lettori
della Redazione
L'anticomunismo.
Innanzitutto, complimenti per il coraggio di aver portato avanti un'iniziativa lodevole nel deserto d'iniziative della destra "nostrana".
Per quanto riguarda il dibattito sul comunismo, non posso che unirmi al discorso di Isabella Luconi e degli altri delusi dalla svolta di Fini: il comunismo non è morto, ha solo cambiato parzialmente pelle, con un lavoro di facciata, senza ripudiare niente o quasi dei suo passato. Questo non significa che sono i tempi delle barricate e del muro contro muro degli anni settanta. Tuttavia devo dissentire con gli amici ("camerati" non si usa più?) che, avendo incarichi di partito in A.N., non possono che sposare le tesi di Fini e riportarle su Excalibur. Il comunismo è vivo e vegeto, i "nostalgici" sono molto più numerosi a sinistra che a destra, e fare finta di non vederlo solo per cercare di accaparrarsi i voti dell'elettorato orfano della D.C. è un'operazione che non si sposa con l'idea che ho sempre avuto della destra.
Appiattirsi su posizioni pseudo-moderne per ragioni elettorali e ripudiare i veri valori della destra sociale di Almirante, della vigilanza attenta (non violenta, per carità!) contro il comunismo, rende difficili identificarsi in un partito che si sta svuotando di ogni carattere identificativo per diventare solo "uno dei tanti", confondendo l'elettorato storico del vecchio (ma quanto mi manca!) M.S.I.. Questo mi amareggia, e mi porta a rinunciare alla militanza attiva per rinchiudermi nelle mie idee. Idee che danno un valore e una giustificazione ai tanti giovani che sono morti per la Repubblica di Salò (senso dell'onore in una guerra sì sbagliata e perduta, ma da non dimenticare come qualcuno invece vorrebbe...).
Ci sarebbe tanto da dire ancora, ma, per ovvie ragioni di sintesi, non posso che concludere (come la "camerata" Isabella) che, «se essere anticomunisti significa essere fascisti, beh, allora io sono fascista».

Mauro Mauri
tutti i numeri di EXCALIBUR
VICO SAN LUCIFERO