Excalibur rosso
Anteprima
In questo numero parliamo di...
della Redazione
Promesse mancate.
Da parte del governo di centrodestra in Sardegna. E occasioni perdute, da parte di Alleanza Nazionale per caratterizzare la sua azione.
Guerra di potere.
In Alleanza Nazionale, in Sardegna, vista dal severo obiettivo di Isabella Luconi.
Il 2 giugno della Repubblica Italiana.
Una festa riesumata dal Presidente Ciampi, ripresa dalla tv di Stato in un modo che ha creato disappunto ad un ex comandate della "Brigata Sassari".

E inoltre...
- il parere di una lettrice sulla proposta di apertura delle "case chiuse";
- la recensione" del libro di Giorgio Pellegrini "Resurgo" su Mussolinia, l'attuale Arborea;
- le interessanti lettere di due ex militanti della destra degli anni settanta.
Il volume "La leggenda di Cozzarini"
(edito da "Riscossa Europea", Cagliari)
In omaggio, solo per gli abbonati, con questo numero di Excalibur.

«La resa dell'Italia fu uno sporco affare. Tutte le nazioni elencano nella loro storia guerre vinte e guerre perse, ma l'Italia la sola ad avere perduto questa guerra con disonore, salvata solo in parte dal sacrificio dei Combattenti della R.S.I.»
Gen. Dwight D. Eisenhower - Comandante Supremo delle Forze Alleate in Europa, Presidente U.S.A. dal 1953 al 1961

La leggenda del Cap. Rino Cozzarini anche la storia di altri 100 mila giovani col Suo destino: Lui ebbe solo il privilegio di essere il primo Caduto e la prima Medaglia d'Oro al valor militare d'un Esercito che non volle accettare una sconfitta disonorevole.