Excalibur verde
Sergio Ramelli
Giovane vittima della violenza politica
della Redazione
Sergio Ramelli
Colpito alla testa con chiavi inglesi e spranghe perse la vita, dopo 47 giorni di coma, Sergio Ramelli.
Lo scenario: la Milano del 1975, città in cui essere di destra voleva dire subire intimidazioni e aggressioni, spesso impunite.
Gli assassini di Sergio, universitari aderenti a movimenti di estrema sinistra, sono stati scoperti e processati dopo dieci anni (nel mentre erano diventati professionisti affermati e stimati). Condannati per omicidio volontario, la maggior parte dei componenti del gruppo omicida non ha passato un solo giorno in prigione!

FIRMA LA PETIZIONE PER FAR DEDICARE
UNA VIA DI CAGLIARI A SERGIO RAMELLI,

simbolo di una libertà negata e monito per le future generazioni
SERATA IN SUO RICORDO
Giovedì 24 ottobre - Piccolo Auditorium (Piazzetta Dettori - Cagliari)

La manifestazione sarà caratterizzata da due momenti:
· alle ore 18,00 un convegno sul "Caso Ramelli", con la presentazione del libro "Una storia che fa ancora paura", alla presenza dell'autore Guido Giraudo e dell'onorevole Ignazio La Russa, avvocato di parte civile per conto della famiglia nel processo contro gli assassini di Sergio Ramelli;
· alle ore 20,30 la rappresentazione teatrale "Chi ha paura dell'uomo nero? Discorso su Sergio Ramelli", messa in scena dal "Coro Drammatico Renato Condoleo" di Firenze.

Coordinamento "La Fiaccola"
Aderiscono le Associazioni culturali: "Area - Paolo Cossu", "Europa III Millennio", "Manfredi Serra", "Vico San Lucifero"