EXCALIBUR 107 - marzo 2019
in questo numero
Il meritato bis in Consiglio regionale
Una grande soddisfazione per gli ottimi risultati elettorali
di Toto Sirigu
Paolo Truzzu
Recentemente si sono svolte le elezioni del Presidente della Regione Sardegna e del Consiglio regionale.
Ebbene abbiamo la certezza che il nostro caro Paolo Truzzu, membro peraltro dell'associazione Vico San Lucifero, è stato confermato quale consigliere di Fratelli d'Italia. Sono stati premiati la sua lunga militanza e il coraggio di stare sempre in prima fila con qualità. Sì, con qualità, perché nella militanza politica a "Destra" Paolo ci ha sempre creduto e si è sempre assunto la responsabilità delle iniziative anche inedite al fine di realizzarle appieno.
Raro esempio di continuità, Paolo ha cavalcato tutti i suoi anni, a parte ovviamente l'infanzia, lungo il tracciato della politica ricca di ideali e aspirazioni per il futuro della nostra amata comunità nazionale. Ha rinverdito i nostri antichi valori, ha eliminato tutti gli elementi passatisti che incrostavano la visione dell'avvenire e ha lasciato cantare i soliti disfattisti.
Ve lo dico così come mi viene: dovremmo seguire di più il suo stile, l'impronta che lascia: ci farebbe solo bene.
Ora il Nostro si accinge a far parte del governo della Sardegna, pertanto, a differenza degli anni di consiliatura già trascorsi, si dovrà cimentare con la politica dei dettagli da realizzare nell'immediato futuro. Non bastano più quelle libere elaborazioni progettuali che per lo più rimangono sulla carta provenendo dalla minoranza politica. Ora bisogna mirare a ridefinire le priorità dei Sardi e agire presto e bene.
Lo so che non può essere considerata una priorità la riforma della legge elettorale. Ma quella vigente è comunque pessima a partire dalla logica del voto disgiunto. Voto un presidente con un preciso programma di governo e contestualmente posso barrare con una "x" un candidato di un partito che porta avanti un programma elettorale opposto. Caro Paolo secondo me avete già in carico la responsabilità di fare una legge elettorale chiara, ripulendo quella attuale dal neo dell'ambiguità.
A me piacerebbe che il consigliere Truzzu dimostrasse ai Sardi che può esistere la possibilità di rivitalizzare anche come numero di abitanti quei comuni, e sono tanti, che rischiano uno strutturale spopolamento. A me piacerebbe che Truzzu favorisse una riorganizzazione della sanità rivalorizzando il settore pubblico. A me piacerebbe che Truzzu potesse un giorno dirci che abbiamo realizzato il più grande piano per ridare bellezza ai nostri comuni attraverso la ristrutturazione edilizia dei centri storici e non solo.
Mi piacerebbe vedere Truzzu in conferenza stampa dire che la Sardegna ha finalmente risolto il problema delle infrastrutture tutte, sia quelle stradali che ferroviarie, sia quelle portuali che aeroportuali. Non mi dispiacerebbe che Truzzu con Fratelli d'Italia e la nuova maggioranza chiamassero a raccolta gli operatori più motivati per conservare adeguatamente i tesori millenari sia naturalistici che archeologici. Mi aspetterei come conseguenza di ciò una affluenza doppia, tripla, quadrupla di turisti animati dalla giusta sete di conoscenza e di vedere le nostre bellezze.
Insomma ci sarebbe anche tanto altro ma per ora gustati questa meritata riconferma e quando avrai bisogno anche di un solo consiglio non ti verrà negato, stanne certo.
tutti i numeri di EXCALIBUR
VICO SAN LUCIFERO